Taylor Hawkins Funerali. Overdose da Droga o Infarto al Cuore x Vaccino?

da | Mar 29, 2022 | Batteristi Stranieri, Musicisti Famosi, Musicisti stranieri | 0 commenti


Sono giorni di lutto per il mondo della musica. Non si conoscono ancora piani per i funerali di Taylor Hawkins, ma i Fan e i colleghi di tutto il mondo gli stanno già rendendo omaggio pochi giorni dopo la sua morte: Roger Taylor ed il batterista dei Queen hanno detto che Hawkins è stato per loro un’ispirazione. Queen drummer su Instagram ha pubblicato: “Era una specie di uomo brillante e una guida ispiratrice per mio figlio Rufus e il miglior amico che chiunque possa mai avere”.

Le circostanze della morte di Hawkins non sono ancora del tutto chiare, ma ciò che si sa è che la band dei Foo Fighters capitanata dal frontman Dave Grohl, è stata colta di sorpresa dalla morte prematura del batterista Taylor. La notizia è arrivata con un tweet dell’amico Dave alle 4 di mattina (ora italiana) del 26 marzo 2022. Le cause della morte sono tuttavia ancora incerte: non si sa se Taylor Hawkins sia morto per overdose da droga o per infarto. Alcune voci sostengono addirittura che l’infarto possa essere stato causato dal vaccino.



Taylor Hawkins Funerali

Della vita privata di Taylor Hawkins non si sa molto. Ha sempre preferito far parlare la musica. Forse anche per questo motivo che ad oggi non si conoscono i programmi per i funerali. La famiglia e gli amici chiedono infatti che sia mantenuta e rispettata la loro privacy in un momento così triste e delicato. Taylor Hawkins lascia la moglie Alison, sposata nel 2005 e tre figli: Oliver, Annabelle ed Everleigh. La sua famiglia lo ha sempre sostenuto, anche nei momenti più difficili quando ha deciso di raccontare alcuni dei problemi di tossicodipendenza che lo avevano colpito durante la sua lunga carriera. Queste le sue parole durante una intervista: ” Facevo molte feste. Non ero un drogato di per sè, stavo solo festeggiando. C’è stato un anno in cui le feste sono diventate troppo pesanti e mi sono fatto prendere la mano”.



1 – Batterista Foo Fighters Ricoverato

Taylor Hawkins è stato ricoverato per un’overdose di droga mentre era a Londra nel 2001. Questo episodio che lo ha portato vicino alla morte, lo costrinse a settimane di coma. Successivamente l’artista decise di parlarne in un’intervista, come riporta il Daily Mail: “Ognuno ha la propria strada e io l’ho spinta troppo oltre. Stavo festeggiando a Londra una sera, e ho fatto qualcosa per errore che ha cambiato tutto. Ho creduto al mito stupido del vivere a tutta velocità e morire giovane. Non sono qui per predicare sul non assumere droghe perché mi piaceva drogarmi, ma ho perso il controllo per un po’ e mi sono quasi perso”.



2 – Batterista Foo Fighters Funerali

Il suo amico Dave Grohl aveva definito Taylor Hawkins nel suo libro, “il fratello di un’altra madre, il mio migliore amico, un uomo per il quale prenderei una pallottola”.

Il libro che ti consiglio assolutamente di leggere in quanto geniale si chiama The Storyteller.

Sono sicura che queste parole faranno indubbiamente parte del messaggio di cordoglio che Grohl reciterà ai funerali del suo batterista. Ma oggi, il cordoglio e il dolore per la scomparsa prematura di Taylor è social. Tutti gli artisti del mondo, sgomenti per l’accaduto si sono espressi attraverso video, tweet e post sui vari social disponibili. Non solo, molti di questi come ad esempio i Coldplay, hanno dedicato un brano durante un concerto, avendo appreso la notizia della morte proprio durante il live.

Questo per dire che, anche se i funerali di Taylor Hawkins molto probabilmente si svolgeranno in forma privata, in realtà tutti noi abbiamo avuto modo di salutare questo grande artista attraverso un messaggio o una canzone, che lo accompagneranno lassù, mentre continuerà a suonare e a sorridere per tutti noi.



3 – Taylor Hawkins Autopsia

Dalle indagini sul corpo di Taylor Hawkins è emerso che il batterista aveva un cuore grande il doppio del normale. Stando a quanto detto dai medici che hanno eseguito l’autopsia sul corpo dell’uomo, morto per un collasso cardiovascolare a seguito di un mix di droghe, si apprende che il cuore pesava circa 600 g, il doppio rispetto a un peso normale di 300/350 grammi per un adulto.



Taylor Hawkins Overdose da Droga

L’ufficio del Procuratore generale della Colombia ha pubblicato uno studio forense in cui è scritto che nelle urine del batterista sono state trovate ben 10 sostanze stupefacenti. Tra queste THC, antidepressivi triciclici, benzodiazepine e oppioidi. Gli investigatori hanno inoltre precisato che le indagini continueranno in modo tempestivo per poter ottenere un chiarimento totale degli eventi che hanno portato alla morte di Taylor Hawkins. La polizia colombiana aveva anche inviato una nota ai giornali locali in cui si diceva che in realtà le cause della morte erano ancora da stabilirsi. Stando però a coloro che gli sono vicini la morte avrebbe a che fare con il consumo di droghe.



Taylor Hawkins Vaccino

Non mancano le voci che incolpano il vaccino anti COVID19 di essere la causa della morte dell’artista.

Ricordiamo che i Foo Fighters sono stati forse fra i primi artisti in assoluto ad essere tornati ai concerti come una volta.L’unica condizione per poter acquistare i biglietti del loro concerto era dimostrare di aver completato il ciclo di vaccinazione contro il Covid. Anche per i tour avvenire, vaccinati o fuori. Chiaramente questo fu oggetto di forte polemica sia da parte del pubblico che da parte degli scettici del vaccino. Tant’è vero che molte persone si radunarono per protestare contro la scelta della band. Questo fatto comunque non scalfì i Foo Fighters che sono sempre stati molto attivi sull’argomento COVID e molto sensibili a rispettare tutte le norme di sicurezza.

L’8 di maggio 2021, infatti hanno anche partecipato al Vax Live:The Concert to Reunite the World di Los Angeles. Allo stadio c’erano circa 20.000 persone non distanziate che aspettavano di vedere il loro primo vero concerto da un anno a questa parte. Ma il più eccitato in assoluto era indubbiamente Dave Grohl. Infatti, il frontmen, ha ripetuto più volte una volta sul palco: “E’ da un anno che sogno una roba così”. Non che non ci fossero restrizioni, anzi, in uno stadio della capienza di 70.000 persone ce ne erano solo 20.000. Gli spettatori dovevano dimostrare di essere vaccinati prima di entrare, tutti avevano la mascherina e non si potevano vendere ne alcol né cibo.


Batterista Foo Fighters Infarto al Cuore

Le cause ufficiali della morte del batterista dei Foo Fighters non sono ancora state rese note, ma da ciò che possiamo apprendere, pare che si tratti di infarto. Un arresto cardiaco senza dubbio causato non dal vaccino, bensì dall’assunzione di un cocktail di sostanze stupefacenti. Questa volta, diversamente dal 2000, il cuore di Taylor Hawkins non ha retto più. Complice anche la dimensione stessa dell’organo che era doppia rispetto al normale e che è stata scoperta solo durante l’autopsia del batterista.



Taylor Hawkins Funerali – Conclusione

Non importa se i funerali di Taylor Hawkins saranno celebrati in forma privata. È del tutto comprensibile la scelta della famiglia. L’abbraccio da parte del mondo della musica è corale. Tutti i più grandi artisti, infatti, si sono stretti intorno alla famiglia del musicista ed increduli hanno lasciato centinaia di messaggi. Ozzy Osborne lo ha definito come una persona eccezionale ed un musicista incredibile, mentre Billy Idol ha definito questa notizia così inaspettata tragica e dolorosa. E ancora Tom Morello, i Nickelback, Paul Stanley dei Kiss e Ringo Starr. Tuttavia, il ricordo più nitido ci è stato regalato da Perry Farrell che condivide l’ultimo messaggio del batterista.

Perry Farrell è il frontmen dei Jane’s Addiction, nonché carissimo amico del batterista dei Foo Fighters Taylor Hawkins. In un emozionante tributo a Taylor, Perry ha voluto condividere con il mondo uno degli ultimi messaggi registrati dal batterista dei Fooh Fighters. Ha condiviso, infatti, un lungo video messaggio in cui ha raccontato il rapporto con Hawkins e l’affetto che nutriva per lui. Alla fine del video la rockstar americana e sua moglie Etty Lau Farrell hanno postato un messaggio vocale inviato loro poco prima della sua morte.

Tutti, nessuno escluso di quelli che hanno voluto ricordarlo in questi giorni, ne hanno parlato come di una persona semplice, sempre sorridente ed amico di tutti. Il ricordo di Farrell, organizzatore del festival Lollapalooza, dove i Foo Fighters avrebbero dovuto esibirsi, non si discosta molto, e anche lui come gli altri vuole ricordare il suo migliore amico come un uomo davvero speciale.

“Gli avevo riservato una grande parte del mio cuore. L’ho accettato nel mio cuore appena siamo diventati amici, perchè era una persona pura, un puro di cuore. Era ossessionato dalla musica, era il nostro territorio comune, quello su cui si basava la nostra amicizia”. “L’unico senso che posso darli di questa tragedia è che ora Taylor è il paradiso e ci può sentire” ha concluso Farrell, “da oggi in poi cercherò di fare solo musica che credo piacerebbe a Taylor”.

La clip si conclude con l’artista che fa ascoltare l’ultimo messaggio inviato da Taylor Hawkins poco prima della sua morte. “Prendetevi cura di voi e io farò lo stesso con me” dice il batterista dei Foo Fighters nel messaggio, “Ci vediamo a Sao Paulo. Vi voglio tanto, tanto, tanto bene. Dormite sereni”.

Un messaggio che pesa come un macigno, perché Taylor al Lollapallooza di Sao Paulo non ci arriverà mai.

La musica regala sempre forti emozioni, siano esse positive o negative come in questo caso. Ma del resto, questa è la vita e soprattutto quella di chi ha scelto di lavorare nel mondo della musica.

Prima di salutarti ti invito caldamente a leggere tutto d’un fiato il mio libro sulla musica!

Ora non mi resta che augurarti una buona permanenza su Strumenti Musicali Online!

Elisa De Ieso

Elisa De Ieso

Blogger - Musicista

Appassionata di musica fin da bambina ho sempre cercato di farne un’attività a tempo pieno. Non era più così da molti anni, e giorno dopo giorno ho coltivato la mia passione come hobby e secondo lavoro. Ora, finalmente, la storia è cambiata. Posso dedicarmi alla musica ogni giorno, suonare, cantare e scrivere e non c’è niente di meglio che potrei chiedere in questo momento. Quindi il mio consiglio è: non trascurare mai il tuo istinto e le tue passioni perché sono il motore che ci muove e che rende meraviglioso il nostro tempo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AMAZON MUSIC

Banner sidebar amazon music

PDF sulla Musica

Scarica il PDF

Inserisci i tuoi dati per ricevere una copia gratuita comodamente tramite mail.

Ti sei registrato correttamente. Ti abbiamo inviato il PDF tramite mail! Se non lo trovi controlla nello spam.

Scarica il PDF!

Se ami la musica inserisci i tuoi dati qui sotto. Riceverai gratis una copia di questo PDF!

Ti abbiamo inviato una mail! Se non la trovi controlla nello spam!

Pin It on Pinterest